Arbitro

Nelle contese tra istituti di credito e contribuenti sta rivestendo un ruolo sempre più centrale l’Arbitro Bancario Finanziario (Abf). In questi ultimi anni infatti, si è registrato un incremento delle controversie: si stimano percentuali attorno al 45% di procedimenti giuridici a favore dei cittadini nei confronti delle banche.

Cresciute di un terzo rispetto al passato le dispute su Bancomat e carte di credito, mentre Poste Italiane è l’ente che ha ricevuto più tentativi di truffa ai BancoPosta.

Aumentate, quindi, le percentuali delle istanze bocciate per gli istituti di credito (35%) ed in aumento anche il numero dei ricorsi mensili: effetto che ha portato Bankitalia a potenziare questo sistema di risoluzione stragiudiziale. Un potenziamento che potrebbe portare alla nascita di nuove strutture oltre al potenziamento di quelle già presenti.

I compiti dell’Arbitrato sono utili anche al lavoro della Vigilanza di Bankitalia. Seppur in casi straordinari, le contese hanno dato il via a sopralluoghi presso alcuni istituti di credito.

Bankitalia spiega che il “trionfo” dell’Arbitrario Bancario Finanziario è dovuto alla sua capacità decisionale che offre ai cittadini uno strumento eccellente e non esoso sul piano dei costi.